LA NATURA DEGLI ANTICHI E DEI MODERNI

Per Aristotele è naturale ciò che ha una sua precisa destinazione, uno scopo; in questo senso tutto il cosmo è naturale. Noi sappiamo però che con ogni probabilità tutto ciò che ci sembra finalizzato a qualcosa è frutto del caso e della necessità. La natura è oggi questa mescolanza di casualità e legge. Non capisco perché molti trovano questa cosa attraente. Si dice, infatti, spesso “è naturale”, in senso positivo. Si potrebbe però pensare che naturale sia contrapposto ad artificiale. Qui i miei dubbi crescono: il curaro e la cicuta sono naturali, mentre gli antibiotici e gli antidolorifici sono artificiali. Diciamo che l’unico ambito a cui non possiamo non attribuire un senso è il nostro vissuto. E allora è lì che dobbiamo trovare ciò che potrebbe sostituire la natura degli antichi. Io direi che è ciò che suscita simpatia, nel senso etimologico di ciò che sentiamo vicino a noi. In fondo è naturale ciò che è antropomorfo.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA MORALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...