PROCESSO ALLE INTENZIONI

Si sentono molto spesso dialoghi del tipo: "Sai che Tizio ha fatto questo? Bene, non credi?", "Sì ma lo ha fatto solo perché gli conviene!". Bisognerebbe giudicare innanzitutto ciò che tizio ha fatto e non le motivazioni interne per cui lo ha fatto, che in fondo, non le possiamo sapere e probabilmente neppure Tizio le conosce bene. Se, ad esempio, Tizio, ricopre una carica in un'assemblea e ha fatto qualcosa di buono per la collegialità, è l'azione in quanto tale che va valutata, le sue intenzioni sono meno rilevanti. Certo, se stiamo discutendo i rapporti affettivi di Tizio, allora le sue intenzioni, quantunque difficili da determinare, hanno maggiore importanza. Ad esempio, se Tizio ha regalato 53 rose a Caia, in sé è una cosa simpatica, ma se lo ha fatto solo per portarsela a letto, allora, dal punto di vista di Caia, non è un gran che. Ma non bisogna confondere questi contesti personali con quelli politici.

Annunci

1 Commento

Archiviato in POLITICA

Una risposta a “PROCESSO ALLE INTENZIONI

  1. sabino

    Ho solo un dubbio: per quale motivo il fatto che Tizio regali 53 rose a Caia solo per portarsela a letto determinerebbe un fatto disdicevole per Caia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...