L’UTOPIA E’ UN’ARABA FENICE

Come diceva Benjamin, il passato ci appare come un mucchio di macerie. L’ingiustizia ha regnato sovrana nei secoli. Ma, egli continua, nel futuro non sappiamo dove andare, siamo solo sicuri che vogliamo redimerci da quelle ingiustizie. Credo che non basti. Occorre anche l’utopia. Cioè dobbiamo immaginare situazioni più giuste, anche se siamo consapevoli che non si realizzeranno mai. Anche se non possiamo assolutamente commettere ingiustizie per realizzare l’utopia che abbiamo in mente. Anche se tale utopia può e deve cambiare di giorno in giorno, a causa dell’eterogenesi dei fini, cioè per il continuo realizzarsi di conseguenze inintenzionali delle nostre azioni, per cui di volta in volta ci rendiamo conto che occorre porsi obiettivi diversi. In altre parole, l’utopia, come l’araba fenice, deve di continuo bruciare e rigenerarsi dalle sue ceneri, ma non possiamo agire politicamente senza utopia.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA POLITICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...