OPERE BUONE E APERTURA ALL’ALTRO

Un’azione che aiuta qualcuno, senza danneggiare altri è senz’altro buona e spesso non vale la pena indagare le intenzioni con cui è stata compiuta. Di solito, tuttavia, con questo termine ci si riferisce soprattutto ad azioni che alleviano le sofferenze del corpo, mentre “trovare le parole giuste”, “ascoltare l’altro”, “mettere da parte se stessi”, “aprirsi con garbo” sono operazioni spesso molto faticose, che portano un beneficio a volte anche maggiore. Occorre diffidare di quelli che compiono molte opere buone, perché spesso lo fanno per sentirsi la coscienza a posto e implicitamente o esplicitamente te lo fanno pesare e, soprattutto, di frequente sono quelli la cui psicologia è del tutto congelata, per cui difficilmente riescono a entrare in sintonia profonda con gli altri.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SOCIETA'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...