CARRIERA, SUCCESSO, GLORIA E VERITA’

Molti fanno cultura per la carriera, cioè al fine di ricoprire cariche pubbliche o private che diano da vivere dignitosamente. Fino a un certo punto questo è comprensibile, perché, come sosteneva Aristotele nella Metafisica, è quasi impossibile studiare con la pancia vuota. Molti poi studiano anche per il successo, cioè per ottenere gratificazione dall’approvazione degli altri. Che l’approvazione degli altri sia gratificante è senz’altro vero, tuttavia gli argomenti di studio sono talmente complessi che in generale l’approvazione dei più non è molto rilevante ai fini di valutare la validità degli studi. Alcuni scrivono e studiano per la gloria, come i poeti che cercano l’immortalità mediante la loro opera. E’ vero che qualcosa che dura nel tempo ha in generale maggior valore di ciò che dopo cinquanta anni è stato dimenticato, tuttavia si tratta sempre di una gratificazione soggettiva dilatata nel possibile futuro. In realtà ciò per cui vale veramente studiare e scrivere è in fondo solo la verità, cioè la ragionevole convinzione di aver colto in una poesia, in un racconto, in un’argomentazione, in un esperimento, un aspetto della realtà in cui viviamo. E’ anche fondamentale trovare dei compagni che condividano queste verità, sempre parziali, ma non sempre il fatto che ci siano molti a condividere le nostre opinioni è un segno che siamo sulla strada giusta.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SOCIETA'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...