FLESSIBILITA’ E RESPONSABILITA’

I sociologi Bauman e Sennett ci spiegano che l’odierma società postindustriale non favorisce più l’impegno costante, il procrastinare, il mantenere la parola. Così accadeva, invece, secondo loro, nella società industriale. Questo discorso sembra quasi giustificare oggi chi non mantiene gli impegni, chi vuole tutto e subito, chi non è tenace. Di sicuro nell’Occidente europeo e americano da una quindicina di anni a questa parte viviamo con maggiore instabilità lavorativa; il che, come è noto, produce ansia, ma anche meno abbrutimento da posto fisso. Conosciamo bene gli spettacoli desolanti delle nostre scuole, università e uffici pieni di gente che sopravvive a se stessa nella loro pigrizia e depressione demotivata. E’ difficile stabilire che cosa sia meglio. Probabilmente una via di mezzo. Non credo comunque che mai sia stato più conveniente da un punto di vista economico l’impegno costante e il mantenere la parola. Essere senza scrupoli conviene ed è sempre convenuto. La ragione per cui non conviene educare i nostri figli in questo modo è semplicemente che se tutti facessero così staremmo molto peggio. Non credo che la flessibilità nel lavoro e la liquidità della modernità siano una buona scusa per fuggire dalle proprie responsabilità.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SOCIETA'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...