LA COMUNICAZIONE SCIENTIFICA DIMINUISCE L’ESTENSIONE DEL SAPERE E NON L’INTENSITA’

Riguardo alla divulgazione scientifica mi è venuta in mente questa metafora. Un concetto della scienza è spesso una struttura molto complessa, che per essere compresa adeguatamente necessita di uno studio approfondito. Tuttavia spesso è possibile individuare un tratto della nozione che vogliamo presentare, che, dal punto di vista comunicativo, può essere molto rilevante, o per la sua novità o per la sua stranezza. Allora il divulgatore deve puntare una sorta di lente di ingrandimento su quel punto, mettendolo in forte risalto e trascurando buona parte di quegli aspettiche rispetto a esso diventano periferici. Il rapporto fra comunicazione scientifica e scienza è quindi un po’ come quello fra il sapere umano e quello Divino nella concezione di Galileo: intensive i due saperi sono simili, mentre estensive quello umano è molto minore.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...