LA FILOSOFIA POLITICA SCIENZA DELL’INDIVIDUALE

Il fatto che una delle opere più profonde di filosofia politica di tutti i tempi, cioè “La democrazia in America” abbia un titolo che si riferisce a una situazione storicamente determinata fa pensare. In effetti quel titolo ha probabilmente fatto la sfortuna del libro di Tocqueville, che viene scambiato per uno studio su un argomento limitato, mentre i “Lineamenti di filosofia del diritto” di Hegel sembrano un vero e proprio trattato. Ho la sensazione che la teoria politica sia una disciplina che non potrà mai stare in un trattato o in un manuale, ma rimarrà sempre a livello di saggio. Probabilmente il filosofo della politica non può dettare le regole generali, ma dopo un approfondito studio della storia e delle riflessioni di coloro che l’hanno preceduto, può provare a risolvere un problema che gli viene proposto. Questo è forse il senso in cui Kant suggerisce, contro Platone, che voleva i filosofi al potere, che il Principe ascolti il parere dei filosofi. Se da un lato il Principe deve fare lo sforzo di astrarsi dalla situazione concreta in cui è inserito e chiedere aiuto alla teoria, il teorico non può arrivare con uno schema preconfezionato e cercare di applicarlo, dovrebbe provare invece a proporre delle soluzioni a partire dalla situazione concreta che gli viene presentata.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA POLITICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...