ARISTOTELE E IL METODO GALILEIANO

Sul numero di febbraio di “Le scienze” leggo un breve intervento di Bellone sulla continuità del metodo scientifico, che si rifà al De caelo di Aristotele, per mostrare che già questo superbo pensatore aveva colto le procedure del metodo galileiano. Per una volta mi trovo d’accordo. Però Bellone dimentica che Aristotele, a torto o a ragione, non credeva che la matematica potesse essere applicata al mondo sublunare, mentre è utile nella trattazione del movimento degli astri. Per contro, la scienza moderna sfrutta la matematica anche per spiegare il nostro mondo quotidiano. E’ questa la novità fondamentale di Galilei e di coloro che lo hanno precorso su questa strada, come ad esempio Grossatesta e Buridano.

Annunci

1 Commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA

Una risposta a “ARISTOTELE E IL METODO GALILEIANO

  1. Ma caspita, leggi anche tu Le Scienze? Quando si dice il destino porco bastardo.
    Non ho ancora letto quel trafiletto, per cui mi riservo un secondo commento non appena avrò provveduto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...