NAPOLITANO A URBINO

Qualche settimana fa il Presidente Napolitano è venuto a Urbino per visitare la Galleria delle Marche. Per l’occasione la nostra Università si era mobilitata al fine di porgere al Presidente un adeguato saluto. Erano presenti quasi tutti i Presidi, il Rettore, il Prorettore vicario, gli altri Prorettori e quasi tutto il Consiglio di Amministrazione. Il Presidente è arrivato, ci sono stati dei brevi discorsi del Sindaco e del Rettore, cheNapolitano ha ascoltato in silenzio. Dpo di che se ne è andato senza dire neanche una parola. Siamo rimasti tutti con un palmo di naso. Uno del seguito diceva qualcosa del tipo che al Presidente non garba tanto il contatto con la gente. Tuttavia un collega mi ha fatto notare che anche a un operaio non garba stare alla catena di montaggio, eppure è pagato per quello. Un Presidente riceve lo stipendio proprio per impersonare un simbolo di unità della nazione. Ho stima di Napolitano, però questo episodio è stato un po’ deprimente.

Annunci

3 commenti

Archiviato in POLITICA, SOCIETA'

3 risposte a “NAPOLITANO A URBINO

  1. sara

    Mia figlia era presente insieme ai compagni e alle maestre a questo avvenimento.
    Tornata a casa mi ha raccontato di aver vissuto esattamente quello che racconti. “Ma non ci ha detto niente”, le sue parole. La sua delusione era data anche dal fatto che il Presidente si è fatto aspettare per ben due volte, l’una prima dell’arrivo, la seconda durante la sua visita al Palazzo Ducale. Di contro un compagno di classe il giorno seguente a casa nostra,andava fiero di aver parlato con Napolitano, incuriosita gli ho chiesto di raccontare….. E’ stato questo ragazzino a “costringere” il presidente ad ascoltarlo e a rispondergli dicendogli “ oggi è il mio compleanno!

  2. Urca, un post non di filosofia ma di attualità spicciola.
    Beh, non è stato un bel gesto da parte di Napolitano. In effetti il suo ruolo è quello. E detto da me è strano: fino a oggi non avevo mai pensato alla cosa in questi termini: lui è pagato per fare da rappresentante, volente o nolente. Io ho sempre pensato che avessi dovuto essere Presidente della Repubblica avrei rifiutato di parteciapre a commemorazioni e spettacoli che ritenessi noiosi o inutili. Non pensavo però che così facendo sarei andato contro il mio dovere.
    grazie per lo spunto di riflessione.

  3. Napolitano gira per il mondo pensando di essere il capo ufficio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...