NON ESISTONO GENERALIZZAZIONI ACCIDENTALI?

Uno dei problemi classici della filosofia della scienza è trovare un buon criterio per distinguere fra quelle generalizzazioni che sono vere e proprie leggi, come “tutti i corpi sono attratti dal centro della Terra” e quelle che invece sono solo accidentali, come “tutti i vestiti nel mio armadio sono consunti”. La differenza sta nel fatto che, mentre il prossimo corpo verrà certamente attratto dal centro della Terra, il prossimo vestito che entra nel mio armadio potrebbe essere nuovo. Non credo né che esista una risposta univoca a questa domanda, come le varie forme di necessitarismo sostengono, né che non ci sia una reale distinzione fra questi due tipi di enunciati, come i neoregolaristi ritengono. Aristotelicamente penso invece che sussiste una ragione ontologica che differenzia le leggi dalle generalizzazioni occasionali, ma tale ragione non fa parte di un genere sommo che noi possiamo facilmente individuare con semplici metafisiche, come quella delle essenze o dei poteri causali. Di volta in volta essa sarà diversa a seconda del dominio di oggetti in cui ci troviamo (vedi il mio http://lgxserve.ciseca.uniba.it/lei/2r/2R_3_10_dorato-fano.pdf). A parte questo, di tale dibattito mi ha sempre colpito l’estrema difficoltà nel trovare una generalizzazione che sia veramente accidentale. Anche l’enunciato “tutti i vestiti nel mio armadio sono consunti” non sembra realmente occasionale, poiché è probabile o che io sia un tipo trasandato, oppure che sono in bolletta. Ho la sensazione che quando possiamo generalizzare su un certo numero di casi, quasi sempre ci sia una ragione che spiega tali generalizzazioni. Ecco perché l’induzione, pur non essendo il punto di arrivo della scienza, ne è comunque il punto di partenza.

Annunci

1 Commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA

Una risposta a “NON ESISTONO GENERALIZZAZIONI ACCIDENTALI?

  1. Insomma la somma di più generalizzazioni accidentali su un certo argomento crea una generalizzazione vera. In effetti è logico e corroborato dai fatti: nei millenni gli uomini hanno creato le loro leggi in questo modo. Osservazione, registrazione, controllo, riosservazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...