LE STRINGHE E L’ECONOMISTA MARZIANO

Questa ricerca esasperata dell’unificazione in fisica, di cui tutti i quotidiani parlano, mi fa pensare a quell’economista marziano, il quale, giunto sulla Terra e notato che vi circolavano decine di tipi diversi di valute, dopo molti calcoli aveva stabilito che nella testa delle persone doveva esistere una qualche moneta inosservabile, che chiamava il “mono”, di valore molto piccolo, in modo che fosse il massimo comune divisore di tutte le altre. In realtà la situazione è quasi il contrario, nel senso che, come hanno mostrato gli economisti della scuola austriaca e in particolare Carl Menger, ogni tipo di moneta è una merce fra le altre, che per ragioni di praticità, è diventata unità di misura per gli scambi di una certa zona commerciale. Così, probabilmente non è neanche del tutto vero che l’universo è costituito dal centinaio di elementi chimici che conosciamo, figuriamoci se si può dire che è fatto di stringhe.

Annunci

3 commenti

Archiviato in FILOSOFIA DELLA FISICA, FILOSOFIA DELLA SCIENZA

3 risposte a “LE STRINGHE E L’ECONOMISTA MARZIANO

  1. alfredo

    Provo a visualizzare l’Universo. Adesso, mentre sto scrivendo questo testo al computer, mi immagino volare in alto verso la stratosfera, oltre la Terra, e poi oltre il sistema solare, e ancora oltre, oltre, fino ad uscire fuori, si, adesso vedo l’universo dal di fuori, comincio a comprenderne la sua vera forma, ecco ne individuo i contorni precisi, finalmente adesso so come è fatto l’Universo: ha la forma di Alfredo che sta battendo sui tasti del computer… Provo di nuovo. Stavolta mi vedo diventare piccolo, ecco, un tasto del computer appare grande come la Terra, divento sempre più piccolo, l’atomo è luminoso, sembra il nostro sole, vedo le particelle subatomiche come pianeti, provo ad atterrare su una di esse, intravedo addirttura una città! Ma è proprio la mia città e forse cè anche la mia casa, si, eccola, entro e chi ci trovo? Alfredo che sta battendo sulla tastiera del computer, anzi proprio ora sta premendo con la freccetta del mouse su “invia commento”…

  2. Bello. La corrispondenza romantica fra microcosmo e macrocosmo. Anche a me convince.

  3. Luigi Sammartino

    Ma infatti i fisici non affermano che tutto è fatto di stringhe. La teoria delle stringhe è “solo” un modello ipotetico al quale molti fisici stanno lavorando, ma che non ha ancora lo statuto di una teoria scientifica. La ragione è semplice: non esistono ancora delle evidenze sperimentali che la possano in qualche modo avvalorare. Ci sono dei fisici che l’hanno abbracciata e che ritengono che in futuro potrà dare i risultati sperati. Ma per ora non resta nient’altro che un modo per tentare di unificare l teoria della relatività con la meccanica quantistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...