IL SIPARIO DUCALE

Circa quindici anni fa moriva lo scrittore urbinate Paolo Volponi; mi è sembrata una buona occasione per leggere “Il sipario ducale” del 1975, il suo romanzo che maggiormente si concentra sulla sua città natale. Con scrittura molto efficace, anche se a volte un po’ leziosa, l’autore ci racconta Urbino alla fine degli annia Sessanta, e precisamente nei giorni della strage di Piazza Fontana. Un intellettuale anarchico, Subissoni, anziano, vive a Urbino con la fidanzata trovata in Spagna durante la Guerra Civile. Parallelamente il figlio, Oddino, di una nobile famiglia imbelle e arrogante esprime la profonda decadenza morale della vecchia aristocrazia provinciale. In molte pagine Volponi racconta con simpatia il pensiero di Subissoni, che vede nell’unità d’Italia l’origine di ogni male. In questo pensiero federalista si riflette il municipalismo tipicamente urbinate – ancora oggi presente, si pensi all’ottusa avversione della città contro la statalizzazione dell’università che abbiamo appena vissuto – certo con una nota politica più alta. Subissoni, nonostante le sue notevoli competenze, viene rifiutato dall’Università, anche solo come bibliotecario, mentre il Rettore, con il suo perenne sigaro, regna come un sovrano. Il sigaro del Rettore è anche simbolizzato dal’enorme “pisello” di Oddino, che nella fantasia della Piazza urbinate, in scene tanto grottesche, quanto azzeccate, diventa il simbolo della riscossa contro Roma. Il novello Duca, che riporterà Urbino allo splendore dei Montefeltro. Commuovente la figura di Subissoni, nella quale Volponi sembra identificarsi e che è l’unico urbinate che si salva, in una città gretta e provinciale. Per fortuna, ancora oggi, è possibile incontrare a Urbino personaggi come Subissoni!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in LETTERATURA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...