BERLUSCONI E IL TIRANNO DI SIRACUSA

Non so se Diodoro Siculo o Valerio Massimo tramandano una storia, che viene spesso data come versione di latino agli studenti dei licei. Il feroce tiranno di Siracusa Gerone è in fin di vita e tutti pregano affinché muoia presto, per liberarsi di lui. Trovano una vecchina che invece sta pregando affinché viva il più a lungo possibile. Gerone incuriosito la fa chiamare e le chiede ragione di questo suo comportamento anomalo. E lei risponde: “Sai, quando il feroce dittatore tuo nonno era in fin di vita anche io pregai perché morisse al più presto. E poi arrivò tuo padre, che era molto peggio di lui. Poi, quando tuo padre stava per tirare le cuoia, di nuovo pregai perché finisse l’incubo il prima possibile. E sei arrivato tu, che sei il peggiore di tutti e due. Adesso spero che tu rimanga, perché se te ne vai verrà senz’altro uno peggio di te.” Di primo acchito sembra una storiella conservatrice. Di fatto ci insegna qualcosa di molto importante. Di Pietro oggi sta salendo nei sondaggi dopo aver fatto dell’anti-berlusconismo la sua bandiera. E si leggono fior di articoli dei commentatori di sinistra che criticano i segretari del PD perché non sono in grado di battere Berlusconi, perché si fanno sempre mettere nel sacco da lui, che aumenta sempre più nei sondaggi. Non credo che il problema sia questo, né che questa sia una linea politica interessante. Da un punto di vista strettamente politico la prima battaglia da fare sarebbe quella sulla democrazia. L’Italia, dove è possibile possedere una fetta così consistente del mercato delle comunicazioni, non è un paese democratico. Inoltre un paese dove si può stare al Governo e avere forti interessi privati, di nuovo non è una cosa seria. Queste anomalie vanno eliminate prima possibile, chiunque sia il monopolista o il portatore del conflitto di interessi. Se domani Berlusconi non ci fosse più e la legge restasse così come è qualcun altro, magari peggio di lui, prenderebbe il suo posto. In secondo luogo il problema non è battere Berlusconi, né quello di convincere gli italiani a votare centrosinistra, ma quello di convincere le persone a pensare con la propria testa, a partecipare alla vita politica a sentire la democrazia come un valore fondamentale. Questa dovrebbe essere la battaglia politica primaria, non l’anti-berlusconismo.

Annunci

2 commenti

Archiviato in POLITICA, SOCIETA'

2 risposte a “BERLUSCONI E IL TIRANNO DI SIRACUSA

  1. Luciano

    Sono perfettamente d’accordo. La vera colpa della sinistra è stata quella di non aver mai fatto una legge relativa al conflitto d’interessi; eppure ha governato per due volte con Prodi e una con D’Alema. Purtroppo ha sempre preferito tenerlo in vita per poterlo utilizzare come argomento denigratorio in campagna elettorale. Questo la dice lunga sulla pochezza degli argomenti della sinistra e della politica in genere.

  2. Anna

    Concordo pienamente con la risposta di Luciano. E’ vero, infatti, che nonostante tutto quello che è accaduto nel nostro Paese nel 2009, niente è cambiato. Come si puo’ votare la SINISTRA quando in caso di vittoria la troveremo alleata col trio: Monti l’affamatore dei poveri e amico delle banche , Casini .il genero del Palazzinaro…Padrone di ROMA e provincia (altro che conflitto d’interessi!) e Fini….come parlare di lui? Da dove iniziare!? Se non mi fosse necessaria per scrivere, mangiare, dipingere e lavarmi, mi taglierei di netto la mia mano che l’ha votato!!!!!!! L’uomo che tradisce, che si fa irretire, ma che “omuncolo”è!? Con quale faccia di ” m….” ci viene chiedere il voto. Che delusione.
    Viene anche naturale a questo punto domandarsi: Ma quando se ne vanno? Quello che accade in questo paese è esecrabile e viene voglia di espatriare!! Ma……”HO FATTO UN SOGNO……”:avevo un cancellino in mano e con un sol colpo….li ho cancellati TUTTI !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...