GODERE DELL’INIQUA SCONFITTA DEI TUOI COMPAGNI DI SVENTURA

Un fenomeno molto tipico della passività acquisita al quale mi è capitato tante volte di assistere e spesso di subire in prima persona è questo. Un gruppo di persone in un’istituzione, oppure utenti di un servizio, cittadini ecc. fra di loro si lamentano di una situazione ingiusta e spesso di vero e proprio abuso nei loro confronti. Allora Tizio si alza e protesta con i detentori del potere. Nell’asemblea nessuno gli va dietro e i potenti lo bistrattano e lo schiacciano. Gli altri, pur sapendo che Tizio ha ragione, nel loro intimo godono della sconfitta sonora di Tizio. E le cose restano come prima, mentre Tizio se ne va con la coda fra le gambe! Così impara ad aver provato ad alzare la testa!

Advertisements

1 Commento

Archiviato in FILOSOFIA MORALE

Una risposta a “GODERE DELL’INIQUA SCONFITTA DEI TUOI COMPAGNI DI SVENTURA

  1. Mal comune mezzo gaudio, non è proprio il sunto di ciò che dici, ma un altro rovescio della stessa medaglia. C’è anche un aforisma che ricorda come spesso una persona si compiaccia dentro di sè degli insuccessi di un amico. In quel modo non sfigura di fronte a sè stesso.
    Lo stesso si può dire per lo sfigurare di fronte al potere costituito. Lessi a suo tempo una ricerca in base alla quale si calcolava il numero minimo di persone che servono perchè un’idea venga portata avanti. Una non basta, gli altri fanno finta di niente. Con due le possibibilità aumentanoe così via. Ci comportiamo come un gregge in fondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...