IL VERO SCETTICISMO

Nella voce “Zenone di Elea” del Dizionario storico-critico di Pierre Bayle (1740) nell’appendice K vi è un interessante esempio di come ragionano i veri scettici. Bayle porta molti argomenti a favore della non esistenza dello spazio. Dopo di che alla fine dice: ciò malgrado io continuo a essere convinto che lo spazio esista, come tutti sostengono.
Molti filosofi sono convinti che per confutare lo scetticismo radicale basta osservare che esso è contraddittorio, cioè che non si può affermare con sicurezza “nessuna verità esiste” senza contraddirsi, perché se così si fa, si considera vera l’affermazione che la verità non esiste. Ma il vero scettico risponde di rimando che non è sicuro nenache di quello. Ovvero lo scetticismo non è un enunciato, ma un atteggiamento mentale.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...