ANCORA LA NON-LOCALITA’ QUANTISTICA

Fare informazione scientifica non è facile! Su Le scienze di febbraio Boncinelli afferma che “In tempi recenti sono state analizzate le proprietà di particelle gemelle […] separate da […] una distanza puramente temporale […] Niente da fare la non-località tiene duro.” (p. 23) Si rimane colpiti. Qualcosa di profondamente nuovo nei fondamenti della meccanica quantistica? In effetti dai lavori di Gisin che sono andato a leggermi, soprattutto Science, 326, p. 1357, qualcosa di nuovo c’è, ma la distanza temporale c’entra poco. Ci sono prove che fra gli eventi di un apparato di Bell non ci sono neanche influenze superluminali a velocità finita. Addirittura, facendo muovere opportunamente in direzioni opposte i due rami dell’apparato, si può osservare che le correlazioni sono presenti anche se per ognuno dei due detector la propria osservazione è precedente all’altra. Questi risultati, che confermano la meccanica quantistica così come è, mostrano che la non-località riguarda nel senso più profondo il rapporto fra materia e spazio.

Annunci

2 commenti

Archiviato in FILOSOFIA DELLA FISICA

2 risposte a “ANCORA LA NON-LOCALITA’ QUANTISTICA

  1. alfredo

    A farne l’esperienza diretta, poi, ti lascia di stucco.

  2. Getto la spugna: non ci capisco molto di non località quantistica. Spero che con le scoperte si chiariscano un po’ le idee.
    Tuttavia mi pare che contraddica ogni legge fisica finora accettata sulla trasmissione a distanza delle informazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...