E’ MEGLIO MORIRE

Pur non avendo ricevuto un’educazione cattolica, quando ero ragazzino rimasi molto impressionato dai racconti religiosi della Maestra. Mi ricordo però che un giorno le chiesi come avremmo passato il tempo in Paradiso, visto che avremmo dovuto trascorrerci l’eternità, se ci fossimo comportati bene. E l’eternità mi sembrava un po’ lunga da riempire! Molti anni dopo, riflettendo sulla morte, come spesso capita ai filosofi, pensai che in un certo senso la morte dà senso alla vita, perchè una vita che non finisce rischia di perdere buona parte del suo sapore. Mi ha fatto piacere scoprire nel bel libro di Joulian Biaggini, “The pig that wanted to be eaten”, un esperimento mentale proposto da Bernard Williams di una signora che aveva scoperto il segreto dell’immortalità e non ne poteva più di vivere e cercava disperatamente l’antidoto, perché se si ha una quantità infinita di tempo davanti, nulla diventa urgente, si può rimandare tutto, tanto c’è tempo, per cui si cade in una sorta di inedia. Meno male che si muore. Speriamo non troppo presto, però!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA MORALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...