I SOLDI PER LA DIDATTICA NEL CESTINO

E’ certo tragico che questo Governo tagli i fondi alla Scuola, alla ricerca e all’Università, bloccando così le prospettive sul futuro del nostro Paese, però bisogna dire che i pochi soldi che arrivano vengono talvolta utilizzati male. Ad esempio, ieri la Facoltà di Lettere dell’università di Urbino ha deciso con una maggioranza schiacciante – 22 favorevoli e  8 contrari – di dividere in due un gruppo di 10 possibili frequentanti di un corso della laurea magistrale in Filosofia, per dare laovoro a dei ricercatori, che peraltro già insegnavano, spendendo così 6000 euro aggiuntivi per forse 3 o 4 studenti e oltretutto complicando inutilmente il piano didattico previsto dal Consiglio del corso di studi per motivate ragioni didattiche. E’ triste vedere queste cose, mentre nella stessa nostra università ci sono singolio docenti che si sobbarcano corsi con 300 ragazzi, come a Scienze motorie e a Scienze della formazione; e i soldi e le risorse umane per dividere in due gruppi da 150 quelle attività non si trovano. Tremonti ha torto, però certe decisioni gli danno ragione.

Advertisements

1 Commento

Archiviato in SOCIETA'

Una risposta a “I SOLDI PER LA DIDATTICA NEL CESTINO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...