“PERPLESSO” E “CONDIVISIBILE”

Nel discorso dei rapporti di lavoro si usano spesso espressioni del tipo “il tuo punto di vista mi suscita delle perplessità” oppure “il tuo punto di vista è condivisibile“. Capisco l’opportunità dell’atteggiamento modale, per non contrapporsi troppo all’altro: “ibile” è una marca modale e lo stesso è l’aggettivo “perplesso”, che significa “incerto”. Nel Vangelo si dice di rispondere “sì e sì” e “no e no”. In realtà c’è un modo molto meno ipocrita di mantenere l’incertezza, senza restare ambigui: basta dire “sono d’accordo con te per i seguenti motivi”, “non sono d’accordo con te per i seguenti motivi”. Ovvero non è che sono e non sono d’accordo, ma ci sono dei motivi, rispetto ai quali tu o qualcun’altro possono argomentare facendomi cambiare posizione. Chi usa i termini “perplesso” e “condivisibile”, soprattutto se non spiega in dettaglio le ragioni della sua posizione, con argomenti onesti e fondati, nasconde il fatto che non cambierà mai il suo punto di vista, che è di fatto un partito preso.

Annunci

1 Commento

Archiviato in SOCIETA'

Una risposta a ““PERPLESSO” E “CONDIVISIBILE”

  1. Gerolamo Consiglio

    Non ho capito bene. Se la posizione di Tizio mi rende perplesso, vuol dire che c’è in quella posizione qualche cosa che non mi convince, e allora, certo, sarebbe opportuno e anche onesto esplicitare di che cosa si tratta. Se invece la posizione di Tizio è per me condivisibile, allora vuol dire che si lascia condividere, che mi convince, e anche in questo caso, ma forse è meno urgente, è corretto chiarire perché. In entrambi i casi, dove starebbe l’ipocrisia? La mia opinione sarebbe comunque esternata. L’ipocrisia starebbe nel non dare ulteriori chiarimentii? Non parlerei, troppo semplicisticamente, di ipocrisia. Piuttosto di una reticenza dovuta a ragioni che secondo me possono essere varie. Non solo a ipocrita malafede, come certo può accadere ma – secondo me più spesso – a scarsa ‘pulizia’ mentale, a una certa confusione che, al di là dell’istinto, non consente di vedere con nettezza, e più a fondo, le cause.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...