INTERNAZIONALIZZAZIONE

Oggi si parla molto di internazionalizzazione. Soprattutto della ricerca e dell’Università. Mi viene in mente allora quel mio collega che dopo essere diventato ordinario qui da noi si è iscritto a un dottorato in Inghilterra. A quell’altro che va in giro per i corridoi delle nostre università con una faccia schifata, come a dire “che posto squallido. Oltralpe sì che si fa ricerca” e appena trova due soldi se ne va, senza impegnarsi minimamente a migliorare le cose qui da noi. Oppure a quello che quando è a un convegno e incontra uno studioso di lingua inglese si mette supino, anche se è il più grande imbecille del mondo e poi da noi tratta con sufficienza studiosi straordinari solo perché non hanno pubblicato su riviste internazionali. Ecco se questa è l’internazionalizzazione non la trovo molto utile. internazionalizzazione significa apertura, accettare che gli altri ti critichino, da qualsiasi parte provengano, confrontare le nostre idee, accettare di avere sbagliato, di essere bocciati, di ricominciare da capo, vuol dire umiltà, confronto con i punti di vista degli altri. Significa creare qui da noi un ambiente il più possibile aperto al dialogo. Significa fare filosofia come Enriques e Vailati e non come Croce e Gentile.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SOCIETA'

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...