IL DUALISMO E IL LIBERO ARBITRIO

Quando si parla di dualismo relativamente al problema mente-corpo, ci sono differenti istanze che vanno distinte. In primo luogo dualismo delle sostanze e dualismo delle proprietà: detto in termini più chiari il dualista sostiene che il mentale può esistere senza il fisico (dualismo delle sostanze). In secondo luogo la non chiusura causale del mondo fisico, cioè il mentale può modificare il fisico. In terzo luogo la non sopravvenienza del mentale sul fisico, cioè si possono dare due situazioni mentali diverse nella stessa situazione fisica. Cartesio sosteneva tutte e tre queste forme di dualismo. Per avere una teoria dualista del libero volere sono sufficienti solo le ultime due, cioè la non chiusura causale e la non sopravvenienza. Così a naso, ma bisognerebbe indagare con più precisione, ho la sensazione che il dualismo delle sostanze implichi la non sopravvenienza, ma non è detto che implichi la non chiusura (si pensi all’armonia prestabilita di Leibniz). La non chiusura non credo implichi la non sopravvenienza, perché la sopravvenienza riguarda la situazione a un dato istante, mentre la causalità concerne un processo temporale, come notato da Searle.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA, FILOSOFIA MORALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...