L’AUTOCOSCIENZA E L’INFINITO

Nel 1993 pubblicai sulle Brentano Studien un articolo dal titolo The categories of consciousness dove cercavo di capire la particolare teoria di Brentano dell’autocoscienza. L’idea è tipicamente aristotelica. Cioè Ogni atto intenzionale è rivolto verso qualcosa, ma, al contempo è rivolto verso se stesso in modo obliquo o secondario. Inoltre il rivolgimento intenzionale verso l’oggetto è una parte dell’intero atto e non esiste un’ulteriore coscienza della coscienza secondaria. Tuttavia essa è una parte che non rispetta quello che oggi i mereologi chiamano il principio di supplementazione debole, cioè non è possibile trovare un’altra parte dell’intero che aggiunta a esso dia l’intero. Confusamente allora connettevo questo con l’infinito che ha la caratteristica che una parte può essere equinumerosa all’intero.

Oggi, ripensandoci, mi viene in mente questo. Chiamo il rivolgimento verso l’oggetto “coscienza primaria” e il rivolgimento verso se stesso “coscienza secondaria”. L’intero atto è composto da due parti, cioè la coscienza primaria e quella secondaria. Esse rispettano la supplementazione debole, nel senso che la coscienza secondaria è qualcosa di distinto da quella primaria, anche se non può mai trovarsi indipendentemente da quest’ultima. Come fa una parte, la coscienza secondaria, a rappresentare il tutto e a rappresentare se stessa? Ipotizziamo che sia l’atto che la coscienza secondaria abbiano infinite parti. Basandoci sulla supplementazione debole sappiamo che l’atto ha altre parti oltre a quelle che compongono la coscienza secondaria. Tuttavia se questi insiemi sono infiniti, allora si può costruire una corrispondenza biunivoca fra le parti della coscienza secondaria e quelle dell’intero atto. Ovvero la coscienza secondaria, in un certo senso, può rappresentare l’intero atto, anche se è una parte propria di esso e nel contempo rappresenta se stessa.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in FILOSOFIA DELLA PSICOLOGIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...