IL RELATIVISMO DECOSTRUITO

Uno degli argomenti più forti, se non addirittura l’argomento più forte a favore del relativismo cognitivo o morale è che molto spesso persone diverse hanno opinioni morali e credenze diverse. Non solo, tali opinioni sembrano adeguatamente giustificate. In realtà quest0 capita, ma molto raramente. E i casi in cui accade sono assai interessanti per la riflessione. Invece la maggior parte delle volte si scopre che l’opinione diversa non poggia su una buona giustificazione, ma solo su un’emozione diversa. Ovvero i due contendenti hanno opinioni diverse perché hanno emozioni diverse e non perché hanno buone giustificazioni diverse. Ad esempio Gigi afferma che Carlo è un filibustiere, mentre Marina sostiene che è una brava persona. Poi se chiedi loro perché scopri che Carlo ha aiutato Marina e danneggiato Gigi. In altre parole sia Gigi che Marina, per giudicare Carlo, non hanno messo in campo i loro argomenti, ma i loro interessi!

Advertisements

2 commenti

Archiviato in FILOSOFIA DELLA SCIENZA, FILOSOFIA MORALE

2 risposte a “IL RELATIVISMO DECOSTRUITO

  1. Stefano

    Più spesso di quanto si creda le opinioni poggiano sulle emozioni e questo è vero non solo per opinioni divergenti ma anche quando c’è accordo tra le due o più opinioni. Questa constatazione non basta dunque a indebolire il relativismo ma anzi sembra rafforzarlo, dal momento che è molto più facile condividere una buona giustificazione con qualcuno (posso dimostrare a chiunque la validità di un teorema di matematica) piuttosto che un’emozione soggettiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...